Laser

Trattamenti Laser
Laser CO2 Slim II Evolution
È da anni utilizzato in ambito dermo-chirurgico al posto dei bisturi tradizionali in molti tipi di interventi. Esso può essere usato per tagliare o vaporizzare un tessuto.
Consiste in un raggio di anidride carbonica che agisce sul contenuto d’acqua delle cellule, vaporizzandole. Il bersaglio è quindi l’acqua contenuta all’interno delle cellule. Esso viene usato in tutte quelle applicazioni chirurgiche dermatologiche che richiedono:
• Ablazione
• Vaporizzazione
• Escissione
• Incisione
• Coagulazione

Vantaggi del Laser CO2 rispetto al bisturi tradizionale:
• Minor danneggiamento e ustione dei tessuti circostanti
• Minor infiammazione
• Elevata precisione
• Tempi di guarigione ridotti
• Scarso sanguinamento
• Migliore cicatrizzazione
• Cicatrici poco visibili

In dermatologia viene usato per:
• Nevi dermici
• Fibromi penduli
• Verruche
• Condilomi
• Cheratosi seborroiche/solari
• Rinofima
• Neoformazioni di vero tipo
• Cicatrici ipertrofiche
• Microcisti
• Adenomi sebacei
• Idroadenomi eruttivi

CHIUDI

Laser CO2 Frazionale Mixto Pro
È un laser che ha portato una autentica rivoluzione nel panorama dei laser medicali. Tramite un meccanismo computerizzato molto sofisticato emette dei microspot (300 µm) che penetrano nel derma superficiale.
I singoli spot hanno sulla cute una disposizione non sequenziale ma ogni spot sufficientemente distanziato dal precedente da zone integre in modo da non creare accumulo termico dannoso e di conseguenza doloroso.
Dunque i punti forza di questo laser, sono che, anziché colpire la totalità della superficie da trattare, viene insultata con il laser solo una parte, di fatto una FRAZIONE. Questo permetterà al tessuto un recupero post trattamento più rapido, un maggior confort per il paziente,minori rischi di effetti collaterali pur mantenendo un efficacia e dei risultati, dal punto di vista clinico, paragonabili con le tecniche di “resurfacing” tradizionali.
Vengono naturalmente eliminati gli strati superficiali della pelle rinnovandola e levigandola. L’effetto termico riscalda invece gli strati profondi stimolando la produzione di collagene da parte di cellule specifiche (i fibroblasti) per ottenere un compattamento cutaneo.

Questo laser si usa per:
• Peeling superficiali (elimina gli strati più superficiali di pelle rovinata e poco elastica che a sua volta viene rigenerata da nuovo tessuto con successiva contrazione delle fibre collagene che la rendono molto più tonica)
• Ringiovanimento cutaneo ablativo (Skin-Resurfacing)
• Rughe delle labbra (codice a barre)
• Rughe degli occhi (zampe di gallina)
• Rughe del volto
• Cicatrici ipertrofiche (provoca la vaporizzazione dello strato superficiale della pelle con successiva formazione di nuovo tessuto, che dona alla pelle un aspetto più giovane e fresco)

CHIUDI

Laser Starlux 1540 Palomar
Il Laser Starlux 1540 Palomar è un laser frazionato non ablativo. Costituisce un'innovazione rivoluzionaria nel mondo della Dermatologia e della Medicina Estetica,in quanto ci permette di operare un skin- resurfacing non ablativo in maniera inimitabile con alta strumentazione. La sorgente laser è un erbium glass che emette un raggio di 1540 nm di lunghezza d'onda.
Il laser rilascia la sua energia creando un insieme di micro raggi laser che formano una stretta griglia di micro-colonne di fotocoagulazione che penetrano attraverso l'epidermide fino al derma risparmiando le aree di tessuto circostanti. I fasci penetrano fino oltre 1 millimetro ed il tessuto fotocoagulato guarisce determinando una "contrazione" del derma che si ritira stimolando i processi di formazione di nuovo collagene.
L'effetto che si ottiene è quello di correggere le irregolarità cutanee e di sostitutire il vecchio tessuto danneggiato con del tessuto nuovo. Tutto ciò avviene in modo assolautamente naturale ed indolore, preservando lo strato corneo dell'epidermide.
Questo straordinario laser attiva e preserva la capacità di autorigenerarsi della pelle. È perciò l’ideale per pelli che presentano vari segni di invecchiamento (secchezza, perdita di elasticità), che appaiono stanche o con macchie di pigmentazione. Il risultato è un’epidermide più tonica, luminosa, intensamente idratata ed elastica.
QUALI INDICAZIONI HA?

Il laser Starlux viene utilizzato per trattare le rughe presenti in diverse zone del corpo. L’efficacia maggiore riguarda l’area del contorno occhi, le labbra, le rughe del collo e il decolleté. Ottiene ottimi risultati anche sugli gli esiti cicatriziali da acne, sui melasmi, sulla riduzione dei pori dilatati e sul miglioramento della texture cutanea. Inoltre permette di trattare in maniera ottimale e definitiva anche le smagliature.
Viene utilizzato per le seguenti indicazioni:
- Skin -resurfacing di viso, collo, decolletè e mani
- Melasma
- Lentigo (macchie senili)
- Lentigo solari (macchie solari)
- Cicatrici da acne
- Cicatrici atrofiche
- Cicatrici traumatiche
- Smagliature

QUALI SONO I PROTOCOLLI DI TRATTAMENTO?

A seconda della problematica verrà stabilito un programma personalizzato che in genere richiede più sedute di terapia intervallate l'una dall'altra da una pausa di 3-4 settimane. La maggior parte dei pazienti nota il miglioramento nella trama della pelle già dopo pochi giorni. I risultati sono immediati , graduali e progressivi, proseguono per alcuni mesi dopo la seduta.

E' DOLOROSO?

Mediante il trattamento con Fractional Lux 1540 si sviluppa nella pelle un calore localizzato. La stazione Palomar, elimina il calore mediante un sistema automatico attivo di raffreddamento. Allo stesso tempo il raffreddamento allevia il dolore.Pertanto ci si può sottoporre al trattamento in assoluta tranquillità, la percezione è di un pizzicore ripetuto, se il fastidio non è tollerato, è possibile utilizzare un anestetico topico 30 minuti prima della seduta.

QUALI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI?

Dopo il trattamento si potrà avvertire gonfiore e rossore, simile ad una leggera scottatura che potrà durare alcuni giorni. Non vi è alcun rischio di infezione, tanto da permettere al paziente di riprendere la sua vita sociale immediatamente dopo il trattamento. Si potrà in alcuni casi avere una leggera esfoliazione della pelle per alcuni giorni.
I rischi e disagi che possono manifestarsi con questo trattamento laser includono iseguenti fenomeni:
- DOLORE - Alcune persone possono sentire un dolore simile ad un pizzicotto della pella.
- ROSSORE – Il trattamento laser provocherà rossore dell'area trattata. Il rossore regredisce in un periodo variabile da 2 giorni ad un massimo di 1 settimana.
- GONFIORE – Il trattamento laser provocherà gonfiore che normalmente passerà in un periodo variabileda 2 giorni ad un massimo di 1 settimana.
- CAMBIAMENTO DELLA PIGMENTAZIONE – Anche se molto raramente, l'area trattata potrà guarire con iperpigmentazione (colorito più scuro della pelle) specialmente dopo l'esposizione al sole. E' obbligatoria pertanto protezione solare per 4 settimane dopo il trattamento da applicare più volte al dì. Questa iperpigmentazione scomparirà spontaneamente.

COSA FARE DOPO IL TRATTAMENTO?

E’ necessario evitare l’esposizione solare nei 30 giorni successivi alla seduta di laserterapia. Nei 10 giorni successivi al trattamento si consiglia di applicare topici emollienti più volte al giorno e, per qualche mese, di utilizzare creme schermanti solari nel caso sia interessata una zona fotoesposta. E' opportuno evitare cosmetici e detergenti potenzialmente fotosensibilizzanti ed altri trattamenti (creme depilatorie, cerette,..) in concomitantza con il trattamento.

CHIUDI

Luce Pulsata Palomar Lux G
Il manipolo Lux G della Palomar è espressione di una tecnologia avanzata nell’utilizzo della luce pulsata. Essa è applicata a una piattaforma modulare multifunzionale: il sistema Starlux. La luce pulsata è un sistema non ablativo (cioè non distrugge gli strati superficiali della cute) in grado di passare la pelle senza danneggiarla correggendo le lesioni cutanee dovute all’età e/o all’inadeguata esposizione ai raggi UV.
Indicazioni:
• Foto ringiovanimento del viso e del collo e decolleté
• Macchie cutanee
• Lentigo solari
• Angiomi
• Capillari del viso
• Couperose

Il trattamento è perfettamente tollerato infatti il puntale della testa della fibra è raffreddato da un dispositivo che permette un continuo circolo di acqua fredda nello zaffiro in contatto con la pelle. Questo permette di raffreddare la cute proteggendola durante il trattamento dando così al paziente il massimo confort. Il paziente sente solo un leggero pizzicore all’emissione dell’impulso.
Al termine della seduta, la pelle potrà risultare leggermente arrossata: fenomeno transitorio che si risolve in poche ore. Può esserci edema che persiste per 1-7 giorni. Nel caso siano trattate delle macchie cutanee, inizialmente queste diventino più scure; l’aspetto scuro è dovuto alle micro crosticine che si formano. Queste di staccano nel giro di 5-10 giorni spontaneamente: la pelle apparirà luminosa, compatta, con un notevole miglioramento della texture.
Questi trattamenti non impediscono una normale vita di relazione.

CHIUDI

Laser V - Beam Candela
È un laser a coloranti in grado di emettere una particolare luce gialla che ha le caratteristiche di essere assorbite in maniera selettiva delle struttura vascolari della cute. Questo laser è in grado di oltrepassare l’epidermide senza bruciarla evitando così cicatrici e danni da colori alla pelle.
Indicazioni:
• Angiomi stellati e rubri
• Emangiomi e angiomi piani
• Couperose e rosacea
• Poichilodermia di Civatte
• Verruche-molluschi-condilomi
• Smagliature rosse
• Cheloidi e cicatrici ipertrofiche
• Capillari arti inferiori e corpo

CHIUDI

Laser Alessandrite Q-Switched
È un laser per la rimozione dei tatuaggi e delle macchie cutanee del viso e del corpo. Per quanto riguarda la rimozione del tatuaggi il target è l’inchiostro è l’inchiostro del tatuaggio. Per le lesioni pigmentate, il target è la melanina.
Le alte energie emesse (in tempi brevissimi) frantumano le particelle di colore del tatuaggio all’interno della cute senza sviluppare un danno termico nei tessuti circostanti. La frantumazione del pigmento induce probabilmente la fogocitosi da parte dei macrofagi ed eliminazione tramite il sistema immunitario.
Nel caso delle macchie il laser invece determina una frantumazione della melanina della macchia determinando una microcrosta che si staccherà nel giro di alcuni giorni. I colori che si possono eliminare con il Laser Alessandrite sono: nero, marrone, blu e verde.

CHIUDI

Gentle Laser Alessandrite Candela
È un sistema laser ad Alessandrite rivoluzionario sia per il tipo di impulso lungo ad elevata fluenza che raggiunge il follicolo pilifero, sia per il sistema di raffreddamento gas criogeno (DCD) che evita le fastidiose sensazioni di pizzicore tipiche dei trattamenti di epilazione laser.
Da ormai svariati anni l'uso del laser è stato applicato con successo all'eliminazione dell'eccessiva presenza di peli sulla cute. Il laser Alessandrite Candela o Gentlelase rappresenta la tecnica ad oggi più efficace e tecnologicamente sofisticata nell'eliminazione dei peli superflui. E' indicato per la depilazione della pelle "bianca" in modo efficace, confortevole e rapido.

COME FUNZIONA?

Il raggio laser (755 nanometri di lunghezza d'onda) penetra nella cute per pochi millimetri e denatura selettivamente il follicolo pilifero che contiene le strutture da cui origina il pelo (fototermolisi selettiva), lasciando integra la cute soprastante.
Fattori che influenzano la crescita, la resistenza e lo spessore del pelo:
• età
• etnia
• peso
• assunzione di farmaci ed ormoni

Le fasi di crescita del pelo si dividono in cicli:
• Anagen (fase di crescita)
• Catagen (fase di riposo)
• Telogen (fase di caduta)

Il laser agisce solo sui peli in fase Anagen, poichè questo è il momento in cui si sta sviluppando la melanina che, essendo concentrata nel bulbo, diventa il bersaglio perfetto. Il ciclo di vita del pelo varia a seconda delle diverse aree corporee e la percentuale di peli che si trovano in fase Anagen varia dal 20 al 60%, pertanto è necessario che il trattamento venga ripetuto più volte nella stessa sede affinchè il trattamento risulti efficace. Sono sensibili alla luce laser i peli di colore scuro: pertanto il trattamento è inefficace sui peli troppo chiari o bianchi. Più scuro e robusto è il pelo più efficace sarà il trattamento laser! Il trattamento laser si esegue senza anestesia farmacologica in quanto al sistema laser è associato uno spray freddo con effetto anestetico che precede il raggio laser. Dopo il trattamento laser si può avere un leggero arrossamento (eritema) transitorio nella zona irradiata che scompare spontaneamente dopo alcuni minuti o qualche ora.

COME PREPARARSI ALLE SEDUTE LASER?
Il paziente deve presentarsi alle sedute laser con i peli visibili (1 millimetro) per permettere all'energia laser di essere assorbita dal fusto dei peli pigmentati. Pertanto la zona da sottoporre al trattamento dovrebbe essere rasata (o accorciata con forbicina) alemeno 2-3 giorni prima in modo che la crescita permetta al pelo di raggiungere un lunghezza sufficiente a livello dell'epidermide.

PER QUALSIASI CHIARIMENTO È POSSIBILE RICHIEDERE UN CONSULTO GRATUITO!

CHIUDI

Chirurgia Dermatologica
Essenzialmente usato in queste specialità è il Laser CO2 pulsato. Consiste in un raggio ad anidride carbonica che agisce sul contenuto d'acqua delle cellule, vaporizzandole. Il bersaglio del Laser CO2 è quindi l'acqua contenuta all'interno delle cellule, senza danneggiare o ustionare i tessuti circostanti. I vantaggi del Laser CO2 sono rappresentati da un ridotto danno termico, da un minor sanguinamento, da una minore infiammazione e da una migliore cicatrizzazione.
Esso viene usato in tutte quelle applicazioni chirurgiche dermatologiche che richiedono:
• ablazione
• vaporizzazione
• escissione
• incisione
• coagulazione

E' assimilabile ad un bisturi ma con notevoli vantaggi:
• precisione assoluta
• cicatrici poco visibili
• ridotto sanguinamento
• tempi di guarigione ridotti

In Dermatologia viene usato per escissione:
• papillomi
• condilomi
• verruche
• verruche seborroiche
• fibromi penduli
• molluschi
• idroadenomi eruttivi
• microcisti
• rinofima
• nevi dermici

CHIUDI

Ringiovanimento Cutaneo (SKIN RESURFACING)
La pelle normale è costituita da un sottile strato superficiale ( epidermide ) che copre uno strato più profondo ( derma ). Il derma contiene il collagene e l'elastina:due sue strutture portanti.L'azione dell'età e degli agenti atmosferici danneggia il collagene, sostituendolo con fibre anomale, incapaci di distendersi e che a sua volta si ripiegano su sè stesse. Questo determina il formarsi di rughe e solchi. Da anni si è cercato di trovare un laser la cui lunghezza d 'onda avesse il maggior effetto "Shrinkage" e un ridotto tempo di recupero (2 -7 giorni). Finalmente il mercato della medicina estetica dispone di apparecchiature laser con tecnologia frazionata (dove il raggio viene diviso in microunità) che rendono possibile una più rapida rigenerazione del collagene con un minor danno tissutale. I punti di forza di questi laser sono che anzichè colpire la totalità della superficie da trattare, ne viene trattata solo una parte, di fatto una FRAZIONE ( da cui il nome Frazionale ).
Nel nostro Studio abbiamo due tipi di laser capaci di compiere ciò:
• Laser C02 frazionale Mixto Pro
• Laser Erbium Frazionato Starlux 1540 Palomar

Inestetismi trattati con i Laser Frazionati:
• ringiovanimento cutaneo ablativo ( Skin – Resurfacing)
• cicatrici da acne
• cicatrici ipertrofiche
• pori dilatati
• rughe sottili
• rughe delle labbra ("codice a barre")
• rughe degli occhi ("zampe di gallina")
• rilassamenti palpebrali
• smagliature
• melasma
• cloasma

LASER C02 FRAZIONALE MIXTO PRO

è un laser ablativo di nuova generazione che comporta una rimozione degli strati superficiali con esfogliazione visibile dopo qualche giorno. Il raggio Laser arriva sulla pelle sotto forma di un numero elevato di microraggi che tramite la vaporizzazione creano nello spessore della pelle dei microscopici forellini ( diametro di circa 150 micron = milionesimi di metro ) separati da tratti di cute integra.
Si ha un ringiovanimento della pelle: le fibre collagene si retraggono inducendo una maggior tensione della cute e la guarigione induce la produzione di un nuovo collagene nella parte più profonda della pelle.
Viene inoltre ridotta l'aggressività rispetto ai tradizionali trattamenti laser ablativi riducendo o eliminando di conseguaneza i tempi di convalescenza (2- 7 giorni).

LASER ERBIUM FRAZIONATO STARLUX 1540 PALOMAR

Ha un effetto non ablativo dunque non vi è rimozione degli strati superficiali .Questo Laser emette un fascio di microraggi laser che colpisce la cute determinando fenomeni di coagulazione " a colonna", in profondità nel tessuto, lasciando pressochè intatta la superficie cutanea. Le microaree di tessuto coagulato dal laser stimolano un processo di guarigione, ristrutturazione e rimodellamento della pelle. Poichè l'effetto laser si manifesta tutto in profondità, la superficie risulta pressochè intatta.In questo modo non si ha esfogliazione ed il post – trattamento è rappresentato solo da un arrossamento e da un lieve gonfiore di durata variabile (1-3 giorni). La mancanza di un periodo di convalescenza permette di non interrompere le proprie attività sociali e lavorative.
Questo laser dispone anche di un altro manipolo del diametro di 1,5m il quale è in grado di fare nella pelle 320 microfori per trattare il melasma e il cloasma.

NB: I trattamenti con laser frazionati non sono in grado di eliminare rughe e i solchi profonti e le rughe dinamiche da contrazione muscolare.

Controindicazioni al trattamento:
• il trattamento è controindicato nelle pelli molto scure, o nere, per l'altro rischio di alterazioni della pigmentazione
• per chi si è sottoposto, nei sei mesi precedenti, a terapia antiacne sistemica con retinoidi
• per chi ha la tendenza a sviluppare cicatrici ipertrofiche o cheloidee
• quando vi è una infezione in corso nella pelle.

Il trattamento va eseguito in ambulatorio previa applicazione di una crema anestetica nei 30 minuti precedenti. Il tempo di impiego è variabile a seconda della zona trattata:
• circa 30 min per viso intero
• 10- 15 min per area ridotta come occhi, labbro...
• pochi minuti per piccole cicatrici
Dopo il trattamento laser la pelle trattata potrà presentare varie manifestazioni in base al laser utilizzato.

Dopo la seduta con Laser frazionato Starlux 1540
• Eritema (rossore) di variabile intensità per 2-7 giorni
• Edema di variabile intensità per 2-5 giorni (le palpebre inferiori potranno essere molto gonfie al mattino per qualche ora; si consiglia di eseguire impacchi freddi e dormire con 2 cuscini)
• E' permesso l'uso del make-up a partire dal terzo giorno (creme colorate e fondotinta)

• Sensazione di secchezza cutanea, prurito lieve e leggera esfoliazione per alcuni giorni (che svanisce con l'uso regolare di creme idratanti) • Si può tornare alle normali attività sociali dopo due giorni

Dopo la seduta con Laser CO2 Frazionato Mixto Pro:
• Eritema ( rossore) nelle prime 24 ore
• Nei giorni successivi colorito bronzeo ( simil abbronzato) che può persistere per un periodo variabile da 3 a 7 giorni.
• E' possibile usare il make-up dopo 24 ore.
• La pelle deve essere idratata con creme lenitive
• Nei girni successivi, lavando il viso gli strati di pelle morta si staccano gradualmente scoprendo una pelle rinnovata, rosea e fresca.
• Si può tornare alle normali attività sociali dopo 4-6 giorni a seconda dei casi.

CURE DOMICILIARI POST-TRATTAMENTO:

• Detersione quotidiana delicata con una crema detergente a risciacquo senza strofinare ma tamponando la cute del viso delicatamente
• Nei primi 1-4 giorni applicare più volte un antibiotico locale Nemalin o Gentalyn crema. Nei giorni successivi idratare la pelle più volte al dì con crema lenitiva.
• Protezione quotidiana con schermo solare totale (SPF 50+) per un mese.
• E' consentito radersi e praticare sport dopo 48 ore dal trattamento laser.

E' SCONSIGLIATO:

• L'uso di creme contenenti sostanze irritanti (ad es. acido glicolico o acido retinoico) durante il periodo di trattamento. Se il/la paziente ne fa uso si consiglia di sospendere i prodotti prima del trattamento laser
• Effettuare trattamenti esfolianti (peelings chimici o fisici) durante il periodo di trattamento
• Sottoporsi a lampade abbronzanti o esporsi direttamente al sole durante il periodo di trattamento.

CHIUDI

Fotoringiovanimento - Luce Pulsata
Si effettua mediante il manipolo Lux G della Palomar: espressione di una tecnologia avanzata nell’utilizzo della luce pulsata. Essa è applicata a una piattaforma modulare multifunzionale: il sistema Starlux. La luce pulsata è un sistema non ablativo (cioè non distrugge gli strati superficiali della cute) in grado di passare la pelle senza danneggiarla correggendo le lesioni cutanee dovute all’età e/o all’inadeguata esposizione ai raggi UV.
Indicazioni:
• Foto ringiovanimento del viso e del collo e decolleté
• Macchie cutanee
• Lentigo solari
• Angiomi
• Capillari del viso
• Couperose

Il trattamento è perfettamente tollerato infatti il puntale della testa della fibra è raffreddato da un dispositivo che permette un continuo circolo di acqua fredda nello zaffiro in contatto con la pelle. Questo permette di raffreddare la cute proteggendola durante il trattamento dando così al paziente il massimo confort. Il paziente sente solo un leggero pizzicore all’emissione dell’impulso.
Al termine della seduta, la pelle potrà risultare leggermente arrossata: fenomeno transitorio che si risolve in poche ore. Può esserci edema che persiste per 1-7 giorni.
Nel caso siano trattate delle macchie cutanee, inizialmente queste diventino più scure; l’aspetto scuro è dovuto alle micro crosticine che si formano. Queste di staccano nel giro di 5-10 giorni spontaneamente: la pelle apparirà luminosa, compatta, con un notevole miglioramento della texture.
Questi trattamenti non impediscono una normale vita di relazione.

CHIUDI

Trattamento Cicatrici
Rimozione Tatuaggio
Il termine tatuaggio si riferisce all’accumulo accidentale o volontario di particelle pigmentate nella cute.
I tatuaggi possono essere così catalogati:
• Tatuaggi professionali effettuati con un apposito apparecchiature
• Tatuaggi amatoriali generalmente non effettuati daprofessionisti con l’utilizzo di inchiostrio indiano o carbone
• Tatuaggi da trauma a seguito di penetrazione di particelle estranee nella pella
• Tatuaggi estetici, generalmente effettuati in Istituti di bellezza,come trucco permanente.
• Tatuggi medici, applicati come guida per trattamenti di radioterapia o per impianto di dispositivomedico interno.

Il targhet del laser nella rimozione del tatuaggio è l’inchiostro.
Alcuni studi in vivo hanno dimostrato che l’inchiostro è di solito localizzato nei granuli intracellulari dei fibroblasti, nei macrofagi e nelle mast cellule.Nei tatuaggi professionali, generalmente l’inchiostro si deposita uniformemente nel derma papillare, mentre in quelli dilettanteschi la localizzazione è di solito dermo-papillare o reticolare e nel grasso sottocutaneo.
Attualmente i Laser che danno i migliori risultati nel trattamento dei tatuaggi sono i Laser Q- switched a rubino e quelli a Nd:YAG ( Kilmer, Anderson,1993). I tatuaggi dilettanteschi tendono a rispondere al trattamento più prontamente di quelli professionali, e questo come conseguenza del tipo di sostanze utilizzate che sono molto meno stabili e hanno una minore densità.
I tatuaggi dilettateschi vengono eliminati in 2 o al massimo 5 sedute,mentre per i tatuaggi professionali possono essere necessari anche 10 trattamenti o più. Gli inchiostri blu e nero reagiscono meglio alla lunghezza d’onda di 1064nm, mentre quelli rosso, arancio e porpora reagiscono bene a 532nm. La pigmentazione verde non sembra sensibile a nessuna delle due lunghezze d’onda. I tatuaggi cosmetici di colore rosso prendono una colorazione brunastra se trattati con il Laser Q-switched a Nd:YAG, probabilmente per l’ossidazione del ferro o del titanio contenuti nel pigmento. Tuttavia, questi residui iperpigmentari possono essere rimossi in sedute successive mediante irradiazione con lo stesso laser a 1064nm.
I tatuaggi di vecchia data corrispondo meglio di quelli più recenti perché la densità dell’inchiostro tende a diminuire con il tempo. Anche la sede anatomica del tatuaggio ha la sua importanza ai fini dell’efficacia del trattamento : le estremità rispondono più lentamente rispetto ad altre zone cutanee.
Si ipotizza che la rimozione del pigmento dopo terapia laser possa avvenire attraverso 3 meccanismi: la frammentazione delle particelle di inchiostro che modifica le proprietà ottiche del pigmento per cui esso diventa meno visibile a occhio nudo; la frammentazione in particelle di piccole dimensioni che favorisce la rimozione da parte del sistema linfatico e delle cellule dotate di attività macrofagica; la rimozione potrebbe avvenire per via trans epidermica. La debole efficacia del trattamento , se effettuato alle estremità, potrebbe essere dovuta proprio allo scarso circolo linfatico presente in queste zone.
Il laser è un laser selettivo non ablativo a impulsi ultraveloci che raggiunge il bersaglio ( i colori del tatuaggio ) senza toccare la superficie della pelle. Per eliminare un tatuaggio sono necessarie sempre più seduta: il numero delle sedute ( da 2 a più di 10 ) dipende dalla tecnica di esecuzione del tatuaggio e dai materiali ( colori, pigmenti, aghi ).
Il laser Q-S-Alessandrite è il laser specifico per tatuaggi nero, blu, verde, marrone.
L'intervento laser si esegue con un minimo intervallo di 4 settimane tra una seduta e la successiva, senza anestesia farmacologica o raramenre in anestesia locale (lidocaina o xilocaina) oppure con pomata anestetica. Prima del trattamento è bene evitare l'esposizione al sole e alle lampade UVA e l'assunzione di farmaci sensibilizzanti.Le sedute non sono particolarmente dolorose, si avverte un fastidio simile allo schiocco di un elastico sulla pelle.Dopo l'intervento si ha uno sbiancamento del tatuaggio.Nei giorni successivi si avranno crosticine per 6 -8 giorni, a volte gonfiori per 2-4 giorni raramente bolle per 1-2 giorni.La totale guarigione si avrà in 8-12 giorni.

PRECAUZIONI DOPO IL TRATTAMENTO:
• Nelle ore immediatamente successive al trattamento laser si potrà avvertire una sensazione di bruciore nella zona trattata. Sono consentiti impacchi asciutti e freddi.
• Nei giorni successivi è consigliabile tenere la zone coperta a scopo protettivo. Questa, infatti, è sicuramente molto delicata.
• E' bene applicare un unguento antibiotico per alcuni giorni
• Se sono presenti bolle applicare dell'antibiotico liquido per uso esterno
• E' bene non immergersi lungamente in acqua calda per 2 giorni (la doccia è ammessa, no alla sauna e al bagno turco.
• E' da evitare cosmetici e detergenti potenzialmente fotosensibilizzanti ed altri trattamenti (creme depilatorie, cerette, ecc.) in concomitanza con il trattamento laser.

CHIUDI

Trattamento Macchie della pelle
Le macchie scure che compaiono in genere sul viso, decolleté e doro delle mani, sono dovute ad una produzione disomogenea di melanina.
COME SI FORMA LA MELANINA?
La melanina è il pigmento naturale che ci protegge dalle radiazioni solari. Essa viene prodotta negli strati più profondi dell’epidermide da cellule specializzate chiamate melanociti. Per la sintesi della melanina queste cellule utilizzano come “materia prima” un amminoacido proveniente dall’alimentazione: la tirosina. All’interno del melanocita la tirosina subisce delle modificazioni molecolari che la trasformano in melanina per intervento di un enzima la “tirosinasi”. Dunque le macchie scure sono quasi sempre dovute ad un’eccessiva attività delle tirosinasi. Quanto più attiva è la tirosinasi, tanto maggiore è la pigmentazione.

CAUSE:
• Dermatite da profumo/cosmetici/farmaci
• Squilibri ormonali (pillola,gravidanza,terapie ormonali)
• Malattie sistematiche
• Malattie endocrine
• Post stato infiammatorio
• Scleroterapia
• Radiazioni ultraviolette

MACCHIE PIÙ COMUNI:
- macchie epidermiche;
- macchie dermiche;

• Efelidi
• Lentigo solare
• Lentigo senile
• Cloasma e melasma
• Macchie post-infiammatorie
• Macchie iatrogeniche
• Scottature solari

Iperpigmentazioni cutanee = macchie scure della pelle.

Per ogni macchia una risposta specifica.
• Iperpigmentazioni superficiali (epidermiche)
• Iperpigmentazioni profonde (dermiche)
• Iperpigmentazioni con aumento del numero di melanociti
• Iperpigmentazioni con aumento della melanina

Ad ogni macchia la sua terapia:
• Creme solari (prevenzione)
• Integratori anti-radicali liberi
• Creme con principi attivi inibitori della tirosinasi
• Peeling schiarenti
• Fotodinamica
• Creme schiarenti
• PRX T33
• Laser Q-S Alessandrite
• Luce pulsata fibra G
• Laser Starlux 1540

CHIUDI

Depilazione permanente
È un sistema laser ad Alessandrite rivoluzionario sia per il tipo di impulso lungo ad elevata fluenza che raggiunge il follicolo pilifero, sia per il sistema di raffreddamento gas criogeno (DCD) che evita le fastidiose sensazioni di pizzicore tipiche dei trattamenti di epilazione laser
Trattamento capillari viso
Abbiamo 2 apparecchiature per trattare i capillari del viso:LASER V BEAM CANDELA e LUCE PULSATA FIBRA G. Il piano terapeutico comprende 2 o più sedute in base alla quantità e alle caratteristiche dei capillari.
L'intervento laser si esegue senza anestesia farmacologica, in quanto al sistema laser è associato uno spray freddo con effetto anestetico che precede il raggio laser.
• Nelle ore immediatamente successive al trattamento laser si potrà avvertire una sensazione di calore nella zona trattata. Sono consentiti impacchi asciutti e freddi.
• La zona trattata sarà arrossata e lo rimarrà per alcuni giorni con evidenti segni temporanei (lividi del trattamento laser: effetto porpora).
• Il risultato finale sarà evidente nelle 4-6 settimane successive.
• Eventuali rifiniture con il medesimo sistema, e sovrapposte alla zona trattata, saranno eseguite dopo 40-50 giorni dopo il primo trattamento.

PRECAUZIONI DOPO IL TRATTAMENTO

• Nei giorni successivi è consigliabile non esporsi al sole ed usare una crema solare con filtro di protezione 50+ (totale). La pelle trattata è molto delicata.
• E' utile usare per alcuni giorni una crema all'arnica per facilitare il riassorbimento della porpora.

SI DOVRÀ PRESTARE ATTENZIONE A:

• Non traumatizzare la zona trattata (es. graffi, strofinii, ecc.).
• Non esporsi al sole nei 2 mesi successivi al trattamento.
• Non assumere Aspirina per i due giorni successivi al trattamento.
• Nel caso in cui si formassero delle bollicine con successive crosticine, è utile utilizzare una crema antibiotica (Nemalin o Gentalin unguento).

CHIUDI

Trattamento capillari corpo
I capillari “rossi” degli arti inferiori vengono trattati con il Laser V Beam Candela. Il piano terapeutico comprende più sedute in base alle caratteristiche individuate: quantità e caratteristiche da trattare.
L'intervento laser si esegue senza anestesia farmacologica, in quanto al sistema laser è associato uno spray freddo con effetto anestetico che precede il raggio laser.
• Nelle ore immediatamente successive al trattamento laser si potrà avvertire una sensazione di calore nella zona trattata. Sono consentiti impacchi asciutti e freddi.
• La zona trattata sarà arrossata e lo rimarrà per 2-3 settimane con evidenti segni temporanei (lividi del trattamento laser: effetto porpora).
• Il risultato finale sarà evidente nelle 6-8 settimane successive.
• Eventuali rifiniture con il medesimo sistema, e sovrapposte alla zona trattata, saranno eseguite dopo 2 mesi dal primo trattamento.

PRECAUZIONI DOPO IL TRATTAMENTO

• Nei giorni successivi è consigliabile tenere la zone coperta a scopo protettivo. Questa, infatti, è sicuramente molto delicata.
• Non immergersi lungamente in acqua calda per 2 giorni (la doccia è ammessa, no alla sauna e al bagno turco).

SI DOVRÀ PRESTARE ATTENZIONE A:

• Non traumatizzare la zona trattata (es. graffi, strofinii, ecc.).
• Non usare gonne e pantaloni molto stretti.
• Non esporsi al sole nei 2 mesi successivi al trattamento.
• Non assumere Aspirina per i due giorni successivi al trattamento.
• Nel caso in cui si formassero delle bollicine con successive crosticine, è utile utilizzare una crema antibiotica (Nemalin o Gentalyn unguento).

CHIUDI

Trattamento delle smagliature
Le smagliature sono un inestetismo molto diffuso e interessa entrambi i sessi anche se ha una prevalenza per il sesso femminile. Circa il 10-35% delle adolescenti presenta smagliature. Sono una sorta di vere e proprie cicatrici, di dimensione e lunghezza variabile, che possono comparire in molteplici aree del corpo: seno, addome, glutei, fianchi, braccia, interno delle ginocchia. Il loro colore varia secondo lo stadio evolutivo: nella fase iniziale infiammatoria varia dal rosa al rosso violetto (stria ruba), mentre nella fase successiva assume un aspetto bianco madreperlaceo (stria alba). Le smagliature rosse sono dunque più giovani (queste rispondono meglio a tutte le terapie) e le smagliature bianche sono più vecchie.
Il motivo per il quale queste cicatrici compaiono non è stato ancora del tutto chiarito, ma e’ certo che molteplici fattori possono contribuire: disturbi ormonali che causano iper-produzione di ormoni steroidei (od anche l'uso continuato od improprio di medicamenti contenenti cortisone), alimentazione povera di vitamine quali la vitamina A, E e C, il fumo, le continue oscillazioni di peso associate a diete drastiche e non, la gravidanza (tipicamente le smagliature compaiono nel terzo trimestre a causa dell’incremento degli steroidi) ma anche attività come il body building non necessariamente accompagnate da forti variazioni di peso, che causano la comparsa di smagliature anche negli uomini, dimostrando come questa patologia non sia ad esclusivo appannaggio del sesso femminile.
Attualmente l'unico laser che ha dimostrato inequivocabilmente la sua efficacia tanto da ottenere la certificazione dall'FDA americano (l’organismo di vigilanza sui prodotti di carattere medico e sanitario che vengono commercializzati negli Stati Uniti e che ne garantisce sicurezza ed efficacia) è stato lo Starlux 1540 della Palomar, un laser Erbium:Glass frazionato. Questo però funziona sulle smagliature bianche mentre per le smagliature rosse bisogna usare un altro laser: V-beam Candela.
Il medico, alla prima visita, valuterà le caratteristiche delle smagliature e stabilirà un numero minimo di sedute per poter osservare il miglioramento.
Il laser V-beam agisce coagulando il tappeto di piccoli vasellini presenti tipicamente nelle smagliature più giovani, risolvendo così l'aspetto violaceo di queste lesioni.
Il laser star lux invece consente un notevole miglioramento dell’aspetto biancastro, consentendo la migrazione dei melanociti (le cellule responsabili dell'abbronzatura) all'interno del tessuto danneggiato: risultato di questo è la colorazione delle smagliature a seguito di esposizione solare, evento che ne facilita ulteriormente la mimetizzazione rispetto al tessuto circostante. (la mancata abbronzatura di questo inestetismo e’ spesso la causa principale per la quale molte pazienti decidono di sottoporsi a dei trattamenti!)
Le sedute con questo laser sono piuttosto veloci, un pò fastidiose ma tollerate da tutti i pazienti (sia uomini che donne, sino ad oggi!) ed a seguito del trattamento permane un senso di bruciore lieve che tende ad attenuarsi entro alcune ore.
Dopo la seduta sarà necessario applicare delle creme lenitive, e l’area trattata resterà rossastra per alcuni giorni, per poi divenire di colore brunastro. Tale variazione di colore viene percepita dalle pazienti come la comparsa di una macchia. In realta’ si tratta di micro crosticine non visibili ad occhio nudo, che non devono essere rimosse prima del tempo. Impiegano infatti circa 3/4 settimane a cadere completamente, ed in quest'arco di tempo si suggerisce di evitare di indossare indumenti stretti in corrispondenza delle zone trattate che potrebbero "abradere" la zona e di evitare di trattenersi in ambienti umidi troppo a lungo (è possibile fare la doccia già dal giorno stesso del trattamento, ma è meglio evitare sport come la piscina, o le saune per tutta la durata delle sedute).
Non esistono praticamente effetti collaterali se le prescrizioni del medico vengono seguite scrupolosamente, e ad oggi, in base ovviamente alle caratteristiche delle smagliature trattate, i miglioramenti ottenuti sono compresi fra il 50% ed il 90%.

CHIUDI

Copyrights ©2015 - Campaci Nicola & Tetrasky s.a.s